I Reati della Banca e delle Finanziarie e di Equitalia: Usura e Anatocismo

Che cos’è l’Usura Bancaria?

L’usura è un reato penalmente sanzionato e disciplinato dall’art. 644 c.p. che consiste nel fornire prestiti di denaro a tassi di interesse superiori al limite legale stabilito dalla Banca d’Italia e dal ministero del Tesoro. (tasso soglia)
Il Tasso Soglia Usura è fissato dall’art. 2 della legge n. 108 del 07.03.1996, ed è stabilito dal tasso medio risultante dall’ultima rilevazione pubblicata nella Gazzetta Ufficiale relativamente alla categoria di operazioni in cui il credito è compreso, aumentato della metà.
Il decreto legge del 13 maggio 2011, n. 70, c.d. “decreto sviluppo”, ha, poi, disposto la modifica del metodo di calcolo del “tasso soglia” o “tasso di usura”, come precedentemente disciplinato dall’articolo 2, comma 4, della legge 108/1996, prevedendo che la soglia di usura è ora calcolata aumentando il tasso medio (TEGM) di un quarto, cui si aggiunge un margine fisso di ulteriori quattro punti percentuali. In ogni caso la differenza tra il limite e il tasso medio non può essere superiore a otto punti percentuali

I soggetti colpiti e vittime di usura bancaria possono essere aziende private, come enti pubblici e soggetti privati: chiunque abbia avuto bisogno di un finanziamento e che si sia rivolto ad un istituto bancario.

Usura bancaria: cosa fare e come difendersi 
Spesso le notizie e le informazioni riguardo l’usura bancaria su un mutuo promettono delle possibilità di azione che le sentenze in materia invece non prevedono: è per questo che le imprese dovrebbero decidere di avvalersi di un servizio di consulenza capace di combattere comportamenti illeciti nei contratti di mutuo e che offra un’analisi gratuita e senza impegno per comprendere profondamente le opportunità: Noi ne siamo un esempio! Continua a leggere

Equitalia, stop al pignoramento su case e auto | Informazioni TuttoVisure.it

EQUITALIA, LE NUOVE CONDIZIONI DEL PIGNORAMENTO IMMOBILIARE

Tutti i pignoramenti immobiliari convalidati anche prima del 21 agosto 2013 – cioè prima dell’entrata in vigore del decreto del fare – saranno cancellati. E’ quanto ha disposto la corte di cassazione tramite la sentenza 19270/2014. Una decisione che, per il suo valore retroattivo, fa sì che i pignoramenti già avviati vengano cancellati, se la vendita dell’immobile non è ancora avvenuta, e se sussistono precise condizioni.

CASA, QUANDO NON È PIGNORABILE

Quando l’abitazione è l’unico immobile posseduto dal debitore, è la sua residenza anagrafica, ha finalità abitativa e non è di lusso, non può essere pignorata. Sono questi i requisiti che, secondo quanto disposto dal decreto del fare, rendono impignorabile un bene immobile. Condizione che è valida anche per i pignoramenti già avviati prima dell’entrata in vigore dello stesso decreto. Inoltre, se il credito a ruolo non è pari ad almeno 120 mila euro e se non sono ancora decorsi sei mesi dall’iscrizione di ipoteca (tempo entro il quale il debitore può ancora versare il credito dovuto ed evitare le procedure cautelari di pignoramento da parte di Equitalia), il pignoramento immobiliare non è fattibile.  Continua a leggere

La Soluzione che aspettavi… puoi riavere i tuoi soldi dalla Banca!!!

Banche corriere della seraSe hai  un Mutuo e relativa Assicurazione Mutuo – una cessione del V° dello stipendio – un Leasing –  un finanziamento o hai un conto corrente o una carta revolving, e qualcosa non ti quadra ovvero, e ti poni molte domande senza trovare le giuste risposte Noi possiamo aiutarti, tu paghi sperando di fare la cosa giusta… ebbene, Noi ti offriamo in modo del tutto GRATUITO, la possibilità di un nostro controllo di Pre-Analisi su queste potenziali anomalie, sia bancarie che finanziarie e, se da questo controllo risultano esserci soldi versati ingiustamente, te li faremo riavere entro breve tempo!!!  Anatocismo usura Continua a leggere